Ho due figli, entrambi sono nati ad Aprile. Uno a inizio e l’altra a fine del mese. Ariete e Toro!

Doppi festeggiamenti per me, in questo periodo. Le feste, in questa stagione sono molto belle, perché puoi stare all’aperto, goderti i profumi, i colori e i suoni della primavera.

Oggi festeggio il primo compleanno del mio secondogenito: SPAZI FLUIDI.

 

C’è chi, in occasione del compleanno dei figli, festeggia anche le loro madri.  Così ho deciso di farmi un regalo. Invece di scrivere cos’è SPAZI FLUIDI, com’è nato e perché, ho pensato di raccontartelo superando una delle mie paure. Fra poche righe capirai di cosa sto parlando.

SPAZI FLUIDI è nato sotto le stesse stelle di Albert Einstein.

Convivere con un “gemello” della sua altezza, sarà dura davvero, ma la cosa bella è che il feng shui mi permette di conoscere le potenzialità della creatura. Studiando la sua “Carta della vita feng shui” so come scegliere gli elementi – forme, colori e materiali – per farlo crescere in un ambiente che ne esalta le attitudini.

Ti chiedi se sto dando di matto?

Probabilmente per qualcuno è così e non me la sento di biasimarlo. SPAZI FLUIDI però, è per me come un figlio davvero, perché l’ho tanto desiderato – circa dieci anni? – perché mi richiede tanto sforzo, impegno e perché mi ci dedico con passione e amore.

Come si potrebbe non essere innamorati di un figlio che, come Einstein, ha una natura intuitiva e creativa, ambiziosa e concreta?

Certo, come tutti, anche lui e SPAZI FLUIDI, hanno i loro difetti: possono sembrare impulsivi e vanitosi e hanno la tendenza a mettersi troppo in mostra, sia nel modo di vivere, sia nelle qualità creative.

Quando gli altri però, imparano a conoscerli meglio, scoprono la loro natura ”Acqua”: una profonda riservatezza, un atteggiamento filosofico nei confronti della vita e una visione aperta del mondo.

Fra le caratteristiche di questi individui, compaiono un’enorme forza di volontà e la predisposizione a essere al centro dell’attenzione.

Probabilmente conosci poco SPAZI FLUIDI, ma per quanto ne so di Albert Einstein, non ti sembra che l’astrologia feng shui abbia dipinto un quadro realistico?

Il mio figliolo è un neonato. Un anno è poco o nulla nei confronti di una vita, ma nel primo anno s’imparano tantissime cose: a reggersi in piedi, talvolta addirittura a camminare, a dire le prime parole e a farsi capire. Soprattutto, si rafforza la determinazione.

Di mio figlio sono orgogliosa e come lui, anch’io sono un po’ ambiziosa.

Nonostante sappia che di strada ne abbiamo da fare ancora molta, devo ammettere che per com’era iniziata la nostra storia, non vedevo grandi orizzonti.

Oggi, a distanza di un anno, grazie al supporto che ho ricevuto da tantissime persone e all’aiuto concreto di chi ne sa più di me in fatto di blogging, comunicazione e Social Media Marketing, mi sento di dire che abbiamo fatto buoni passi. La missione di trasformare ambienti in spazi dell’anima, sta prendendo quota.

Qualche dato sull’anno appena passato:

52 richieste per la Carta della vita feng shui.

16 richieste per lo studio della Compatibilità di relazione.

Oltre 200 richieste per il Test delle attitudini.

4 Consulenze feng shui in loco fra Milano, Vicenza, Padova e Udine.

4 Corsi “Come realizzare una casa specchio dell’anima con il feng shui” realizzati nel 2013 e 2 in programma per il 2014: Vicenza e Pisa. ce ne saranno sicuramente altri.

18 Consulenze feng shui via Skype fra Milano, Monza, Firenze, Napoli, Salerno, Verona, Genova, Vicenza, Trento, Canton (Cina)

22 Consulenze gratuite di un’ora via Skype.

769 click e 16 commenti per il post più letto: Cerca Il Tuo Anno Di Nascita E Guarda Qual È Il Tuo Simbolo (Trigramma). Poi Scopri Di Che NATURA Sei.

72 click per l’articolo Come usare il feng shui per attivare l’energia dell’amore in camera.

Qulacuno potrebbe obiettare sulla “grandezza” di questi numeri.

Vero! Ma non dipende dal parametro di riferimento? Il mio parametro è la soddisfazione. La mia soddisfazione in quest’ istante è tanta! Guarda il regalo che mi sono fatta. Vuoi festeggiare con me?

Sono consapevole del fatto di poter migliorare. E’ ciò che voglio e ci sto già lavorando.

Il progetto principale dell’anno riguarda il rifacimento del sito, o almeno, un buon intervento di restyling. Parte della grafica non mi piace più e anche l’organizzazione delle pagine è da rivedere. Sicuramente dovrò dare più spazio e visibilità alle foto dei lavori fatti e di quelli in corso.

Uno dei progetti in corso e che mi sta stimolando parecchio è #3grazie.

Ho iniziato il 2014 decidendo che, in previsione di raccogliere i frutti della semina passata, per me sarebbe stato l’anno della gratitudine, così dal 1° gennaio, il buongiorno di SPAZI FLUIDI nei social network che mi vedono attiva, arriva sempre con #3grazie. Mi piacerebbe farne un libro, uno di quegli oggetti preziosi che nei momenti di sconforto e di crisi può risollevare gli animi o dare la spinta finale, quando sei vicino al traguardo. Ho già preso contatto con un editore. Vedremo cosa mi dirà.

Intanto questo puledrino galoppa e com’è vero che il feng shui ha scelto me, tant’è che non ricordo assolutamente in che circostanze ci siamo conosciuti, così penso che SPAZI FLUIDI abbia deciso di fare di me la sua mamma: una donna in perenne evoluzione, caparbia e testarda, tenera e sensibile. Il passaggio fra un pregio e un difetto, è parte di una trasformazione continua. Una trasformazione grande e ricca di sorprese al punto tale che, com’è successo finora, sarà lei a decidere in quale porto farci approdare l’anno prossimo.

Fra gli obiettivi più importanti del blog, c’è quello di aumentare i commenti ai post. Molti non ne hanno ed io non sono la persona cui piace incalzare ogni volta con un esplicito “lascia un commento”. A proposito, mi aiuti a superare il record con questo post 😉 ?

La prossima volta sarò più sciolta. Promesso!!!