Spazi Fluidi inaugura il 2015 con un brindisi…al Marsala.

No! Non mi sono data all’alcol. Un calice di vino buono, una birra scura o un cognac davanti al caminetto acceso li apprezzo sempre, però non è di alcolici che parlerò in questo post.

Marsala è il colore Pantone del 2015. Posso dirlo subito? Lo adoro!

Ho fatto alcune considerazioni, partendo dal feng shui, in particolare dalle potenzialità dell’energia racchiuse nei colori, cercando una logica che può essere interessante. Le leggerai nelle prossime righe.

L’annuncio da parte di Pantone arrivò a metà di dicembre del 2014, momento in cui mi stavo concentrando sulla scelta del colore di logo e brand di SPAZI FLUIDIQuello che sto usando dall’aprile 2013, non si discosta molto e il fatto di leggere la notizia mi ha messa in subbuglio. Dopo le ripetute prove, i consulti con i miei collaboratori e un sondaggio su Facebook, ho deciso di mantenerlo perché si è confermato essere la scelta che meglio valorizza quella forma. È prevista per la primavera la pubblicazione del nuovo sito, quando il logo sarà tra i protagonisti della grafica. Allora ne racconterò la storia, oggi l’ho tirato in ballo solo a proposito del colore.

La cosa bella è che nonostante il Marsala di Pantone abbia un codice (18-1438), la gamma alla quale può dare origine è infinita.

Inoltre, mi piace tanto giacché si abbina perfettamente ai toni freddi – azzurri, grigi, verdi – come chiaramente dimostrato dalla matassa di lana che mi ha ispirato l’ideazione di una palette colori dai toni vivaci ed eleganti.

Tutto ebbe inizio qui: I colori del mondo sono la principale ispirazione delle nostre collezioni. Per questo Pantone Colorswear ha decretato Marsala il colore dell’anno con una nuova collezione limitata, ideata da Flavio Melchiorre.

 

Purtroppo non so a quale meraviglioso angolo di mondo appartenga questo deserto. Non ho nemmeno idea se questa immagine sia stata ritoccata (facile!) per renderla più suggestiva e coerente, ma la cosa che mi affascina è il fatto che la natura sia – possa essere – sempre ispirante.

Sono sicura che modaioli e amanti dei trend non passeranno il 2015 senza comperare qualcosa di questo colore. Il settore della moda è già ampiamente fornito. Il mondo dell’interior design non si prende indietro. Io mi sono innamorata di un rivestimento in cemento che potrai vedere tra le immagini seguenti, ora devo capire in quale degli ambienti che sto progettando possa essere utilizzato con garanzia di un risultato soddisfacente. Mentre ho già deciso di comune accordo con i committenti, che il “bordeaux” previsto per le pareti dell’ingresso di una casa che sto portando a termine, sarà Marsala.

Chi è affezionato a Spazi Fluidi sa che la nostra mission è trasformare ambienti in spazi dell’anima. Probabilmente qualcuno si sta chiedendo cosa intendo: arredare spazi che siano in sintonia con l’energia di chi li abita, attraverso un uso consapevole di forme, colori e materiali. Il feng shui attribuisce significati – emozioni, azioni, stagioni, attitudini, attività… – a ogni cosa, pertanto anche un oggetto color Marsala ha il suo.

La teoria dei cinque elementi naturali, precetto cardine del feng shui, associa il Marsala (il cui nome replica quello del liquore marrone-rossiccio, derivato dalla sua città d’origine, in Sicilia) all’energia del Fuoco. È l’elemento del massimo dinamismo, basti pensare a quanto si muovono le fiamme di un falò e racchiude in sé tantissime qualità che puoi introdurre nel tuo ambiente semplicemente collocandovi uno o più oggetti, un piccolo mobile, dipingendo una parete o rivestendola con una carta da parati, cambiando il tessuto di un imbottito o un tendaggio.

Ecco le caratteristiche principali del Marsala secondo il feng shui.

▲ Energia

▲ Fama

▲ Successo

▲ Illuminazione

▲ Passione

▲ Chiarezza

▲Visibilità

Adesso conosci le qualità che potrai portare dentro casa (o nel tuo ufficio) quando deciderai di fare qualche modifica ai tuoi ambienti, all’insegna del colore dell’anno.

Il Marsala è un colore particolare che però rientra nella gamma dei classici. Non vorrei dire, ma sta bene con tutto. L’accostamento ai toni freddi è la combinazione che preferisco e mi fa ricordare con affetto gli anni del liceo quando il mio professore di pittore mi dava della pazza: rosso e blu, in tutte le varianti possibili, era il mio abbinamento preferito.

Se sei tentato ma hai paura di sbagliare o non sai cosa scegliere, puoi prendere spunto dalle immagini sottostanti. Se invece vuoi semplicemente chiedermi un consiglio sugli abbinamenti o gli oggetti più adatti ai tuoi spazi, puoi fissare un appuntamento per una consulenza gratuita di un’ora via Skype.

Pinterest

 

Domus

 

Pinterest

 

Pinterest