cucina_obiettivi_copertina copia

Sto prendendo un caffè al bar con un’amica quando sento una signora che vorrebbe cambiare la cucina ma che per farlo dovrebbe spendere un sacco di soldi. La sua compagna di merende conferma : “una cucina nuova costa un botto!”, ma la fa ragionare sulle possibili alternative.

Continuo a sorseggiare il mio “macchiatone” e scopro che no, non vuole cambiare tutta la cucina. Ha bisogno di una cucina più spaziosa, il colore non le piace più, alcuni mobili si sono rovinati e pure il pavimento non è più quello di una volta.

Delle motivazioni per cui per le persone è importante cambiare la cucina, abbiamo già parlato nei giorni scorsi. Se sai perché vuoi fare un cambiamento riesci a capire meglio cosa puoi cambiare.

Oggi ci soffermiamo su questo aspetto ma ci saranno altri post nei quali ti dirò cosa dovrai fare per rinnovare l’ambiente in cui vivi, o crearne uno tutto nuovo. Posso insegnarti ad abitare in una casa che, davvero, sia lo specchio della tua bell’anima?

Sarà capitato anche a te di sentire che una cosa non si può fare perché:

  • costa troppo;
  • non sanno come farla;
  • non conoscono nessuno che può aiutarli;
  • pensano di non avere le capacità di farla;
  • credono di dover sprecare un sacco di tempo;
  • le soluzioni valutate non li hanno convinti;

La cosa importante è capire cosa vogliono cambiare perché questo li aiuta a scoprire se le loro preoccupazioni sono fondate. Talvolta dicono “voglio cambiare la cucina” quando invece desiderano mantenerla e integrarla con alcuni pezzi nuovi, oppure vogliono sostituire alcuni mobili, rinnovare il look, cambiare la disposizione o tinteggiare le pareti. Qualcuno è solo stanco della sua cucina ma non sa come una cucina datata possa essere migliorata, né come.

Nicola, per esempio, stava ristrutturando casa e pensava che fosse impossibile cambiare la disposizione della sua cucina.

La sorpresa è stata quella di trovare alcune soluzioni di cui una, che poi ho scelto, che è stupenda, a cui non avevo pensato e che mi hanno fatto completamente cambiare la mia idea iniziale.

Nicola è un musicista. Come avrebbe potuto pensare alle stesse soluzioni che possono venire in mente a un architetto?

La sua testimonianza mi ha reso molto felice. La mia ambizione era aiutarlo a realizzare la casa dei suoi sogni. E farlo brindare per il successo conseguito.

Quando ho chiesto a Irma perché si è rivolta a un architetto per sistemare la sua meravigliosa casa di Berlino mi ha risposto sorridendo:

Per me è banale. Ho chiesto il tuo aiuto per lo stesso motivo per cui vado dal parrucchiere a farmi i capelli!

Andare dal parrucchiere è un’azione normalissima. Ci andiamo perché:

1. ha le competenze e l’esperienza che noi non abbiamo;

2. è aggiornato sugli stili del momento;

3. ha la capacità di migliorare il nostro aspetto;

4. sa come farci sentire meglio;

5. sa valorizzare il nostro viso e la nostra personalità.

Però, nel contesto dell’abitare – creare quel luogo personalissimo dove poche anime insieme, condividono intimamente, tempo, emozioni, progetti e azioni – c’è ancora molto da fare.

Il mio lavoro non è facile. Non lo è spiegare alle persone che la casa è come un corpo più grande, che l’ambiente che ci circonda influisce nel nostro umore e che dall’umore dipende il successo nelle relazioni e nel lavoro.

Se sei arrivato fino a qui, hai già fatto un bel passo. Significa che non ti limiti a quello che puoi fare da solo, perciò troverai qualcuno che ti aiuti.

Sara, per esempio, voleva mantenere la sua cucina, ma non riusciva ad avere una nuova visione d’insieme della sua zona giorno, della quale si era stancata. Odiava quella parete gialla tanto in voga nel decennio scorso. Le piaceva il suo tavolo da pranzo, ma non lo voleva più in noce naturale. Non sopportava più le nicchie ad arco che tanto aveva desiderato, perché non erano più di suo gusto. Aveva bisogno di aumentare lo spazio contenitivo ma non sapeva dove recuperarlo.

Così abbiamo cambiato l’aspetto estetico di alcune ante dei pensili, abbiamo aggiunto dei mobili e ampliato il piano di lavoro, mantenendo il vecchio quarzo pepe sale e integrandolo con un nuovo gres grigio antracite. Abbiamo reso più moderne le nicchie e giocato con i colori e la carta da parati.

Sara_5

20180202_141521 copia

Sara_1

Per le cucine nuove non cambia poi molto, sai. Può darsi che una fantastica cucina abbia rapito il tuo cuore. La vuoi! Poi cominci a ragionarci su e vai in depressione perché:

Io non ho tutto quello spazio..

A casa mia non c’è molta luce e quel colore porterebbe ancora più buio..

Bella la cucina moderna ma per il resto vorrei uno stile più caldo. Impossibile conciliare!

Però, sai che c’è di bello? Ora sai che Irma e Nicola hanno trovato la loro soluzione. Ma dimmi, cosa pensi sia impossibile realizzare della cucina che stai sognando?