La porta è un elemento  d’arredo molto presente negli ambienti e spesso si usa distinguerne la forma, il colore, il materiale in base alla destinazione d’uso. La porta d’entrata di casa merita sempre un’attenzione particolare. Non è la stessa che ci metti nello scegliere le porte interne, ad esempio, o le finiture del bagno di servizio. Vuoi che sia solida, resistente, sicura e, probabilmente non ci hai mai pensato in questi termini, ma ti piacerebbe che rispecchiasse la tua personalità. Una porta si apre  o si chiude.

La porta d’entrata, come la facciata della tua casa, dice qualcosa di te.

Se segui il mio blog, sai che colori, forme e materiali esprimono significati. Non è una novità che il rosso comunica passione, l’acciaio trasmetta l’immagine della forza e le forme squadrate diano il senso di rigidità e solidità insieme. Questi significati sono dedotti dalla teoria dei cinque elementi del feng shui che associa il rosso al fuoco, l’acciaio al metallo, il quadrato alla Terra. Non ho ancora parlato di Legno e Acqua, gli elementi restanti e che completano il ciclo. Nelle prossime righe lo farò, rispondendo a questa domanda:

Quale ti piacerebbe che fosse la porta di casa tua?

 

Ora leggi cosa racconta di te la porta che hai scelto.

 

Porta n° 1. Lasciare una porta aperta in attesa dell’arrivo di qualcosa o di qualcuno o di lasciare andare quello che non ti appartiene più. La presenza del vetro, associato all’elemento acqua, comunica sensibilità d’animo e capacità introspettiva, insieme al valore della trasparenza e al desiderio di mantenere un contatto con l’altro da sé. La mia casa non è un rifugio nel quale mi isolo, bensì luogo dove rimango connesso. L’arancione, collegato all’energia del Fuoco dice di te che sei un essere spirituale, passionale ed egocentrico.

Porta n°2. Leggo qualche contraddizione in questa porta. Una sorta di “vorrei ma non posso”, un piccolo desiderio di trasgredire. La forma è tradizionale, molto diffusa nei paesi anglosassoni ma presente anche dalle nostre parti. Una porta classica. L’elemento feng shui preponderante per le forme della lavorazione è la Terra, con i suoi valori legati alla famiglia, alla stabilità, all’accoglienza, al nutrimento e alla disponibilità. Il contraddittorio è dato dal colore, espressione di fantasia, desiderio di apparire, farsi notare, anche dipingendoti con ciò che non t’appartiene, davvero.

Porta n°3. Il nero è il colore che vibra alla frequenza dell’energia dell’acqua. Profondità, introspezione, sensibilità, sessualità, ma anche intemperanza, fragore, adattabilità, sono caratteristiche associate a questo elemento. Se hai scelto questa porta è probabile che molte di queste potenzialità ti appartengano, insieme a una certa riservatezza, compostezza, attitudine artistica e ricerca di un equilibrio interiore. Potresti essere una persona molto affascinante.

Porta n°4. Gioia, apertura, solarità, sicurezza. In questa porta ci sono più elementi a confronto. Il bianco del metallo la fa sembrare una porta “che sa il fatto suo”, autorevole. Il fatto che con le parti laterali fisse occupi l’intera parete destinata all’ingresso, lascia pensare che “a casa tua” ci sia tanto spazio per accogliere, condividere e confrontarsi. Sicuramente sei una persona che si esprime con chiarezza e la pretende dagli altri. Infine, il tuo mondo è fuori e tendi a portarlo dentro casa.

Porta n°5. Ha molte caratteristiche della porta numero quattro: il bianco, la forma, l’ampiezza, il fatto di essere aperta. A differenza di questa però, manca l’enfasi sulla chiarezza data dall’assenza dei vetri. L’istinto, fatto di conoscenza, mi porta a pensare a una persona raffinata e semplice allo stesso tempo: pensieri raffinati ed espressività semplice. Una persona che mira all’essenza, senza rinunciare a una forma adeguata. Non manchi di autorevolezza e di apertura al confronto e potresti avere naturali attitudini al comando.

Porta n°6.  Questa porta parla di concretezza, amore per la famiglia, per il clima del “caldo focolare”, culto dei frutti della terra e di sogni romantici. Associo il colore azzurro-grigio chiaro all’energia del metallo, l’elemento che rappresenta capacità organizzative, leadership, amicizia sincera, indipendenza. E’ una porta chiusa. “O dentro, o fuori!

Porta n°7. Il cerchio è il simbolo del metallo, e il feng shui vi attribuisce potenzialità di creatività, leadership, socialità, responsabilità, tutto avvalorato dalla presenza dell’ottone, metallo vero, che supporta i vetri rotondi. Il fucsia invece rientra nella gamma colori dell’elemento fuoco, al quale sono associati fama, passione, successo, illuminazione. Potrei giocare a indovinare che la tua combinazione in base all’anno di nascita sia fuoco-metallo. Come per la porta numero uno, il valore della trasparenza e della connessione con l’altro da te, sono importanti.

Secondo il feng shui, la porta d’entrata è la bocca del Qi, l’energia che raccoglie ciò che trova lungo il percorso ed entra in casa portandolo con sè in tutti gli ambienti.

L’ingresso di una casa, un ufficio, un ambiente pubblico, un hotel, un negozio…è un uno spazio al quale va riservata particolare attenzione. Uno spazio libero da ingombri e cose inutili farà entrare energia fresca, pulita, carica di stimoli. Sarà l’energia che permeerà i tuoi ambienti, insieme a quella di una porta che ti rappresenti.